Informazioni utili

Tutto quello che ti serve sapere per vivere un'esperienza negli States sicura e memorabile.

La carta di credito negli States

Gli Stati Uniti sono il paese della plastic money, in certi posti pagare in contanti è davvero strano: pensate di poter partire senza possedere una carta di credito a voi intestata? Vi sbagliate! E una carta di credito sola potrebbe persino non bastare, vediamo perché.

Carta prepagata o carta di credito

Se possedete carte prepagate o ricaricabili e pensate di aver risolto il problema, non è così: per gestire alcune operazioni che compirete sul suolo americano, come il check-in in un hotel e soprattutto il noleggio di un’auto, è fondamentale possedere una carta di credito non elettronica, ovvero una di quelle con i numeri e il nome e cognome del titolare in rilievo sulla carta, che sono in grado di gestire sia le transazioni elettroniche tramite POS, sia le transazioni manuali (ormai rarissime). Questo tipo di carta è l’unica che fornisce la garanzia necessaria a chi, ad esempio, vi sta noleggiando un’auto, che non ve ne darà le chiavi se vi presentate con una semplice carta ricaricabile.

Come si ottiene una carta di credito e quanto costa?

Chiedete alla vostra banca oppure in un ufficio postale: le carte di credito più semplici hanno un canone annuo di circa 30 € e vi verranno rilasciate in un paio di settimane. Le carte più costose offrono particolari assicurazioni sugli acquisti e plafond (ovvero l’importo disponibile) più elevati: valutate le vostre esigenze prima dell’acquisto, le carte base potrebbero già essere sufficienti per l’utilizzo che ne farete. Ricordate di chiedere espressamente carte di credito non elettroniche, i circuiti Mastercard e Visa vanno benissimo.

Come funziona una carta di credito?

Per affrontare il prossimo punto è bene chiarire, senza troppo entrare nel dettaglio e solo per ciò che è d’interesse alla nostra argomentazione, come funziona una carta di credito. La carta è collegata a un conto corrente e vi offre un plafond mensile di spesa, determinato dall’ente che vi dà la carta (la banca), basato soprattutto sul vostro stipendio o più generalmente sulle entrate del vostro conto corrente. Ad esempio, potreste avere una giacenza media sul conto di 3.000 €, avere uno stipendio di 1.500 € ed esservi riconosciuto un plafond di 1.000 €: questo significa che ogni mese con quella carta potrete spendere al massimo 1.500 €, indipendentemente dalla disponibilità che avete sul conto. La carta di credito vi anticipa dei soldi che saranno detratti dal vostro conto il mese successivo (e in questo momento è importante i soldi ci siano!).

Basta una carta di credito o è meglio averne più d’una?

La risposta non dipende solo dal plafond che vi è riconosciuto e dalle spese che avete in programma di fare: c’è un terzo fattore da considerare, per capirlo facciamo un esempio. Prenotate e prepagate in Italia il noleggio di un’auto. Quando vi recate al noleggio il plafond della vostra carta è di 1.500 €, ma per ottenere l’auto vi verrà richiesta a titolo di garanzia una somma che varia a seconda del modello di auto ma che in genere si attesta tra i 600 ed i 900 usd. L’importo non vi viene addebitato sulla carta, ma viene bloccato e sottratto al plafond della carta di credito. Questo significa che il vostro plafond è pari a 1500 € meno la cifra “congelata” a garanzia dal noleggiatore, cifra che verrà sbloccata qualche giorno dopo la fine del noleggio, ad eccezione degli importi dovuti per esempio per eventuali multe o simili. Discorso analogo vale per gli hotel: Anche se la prenotazione è prepagata dall’Italia al check-in vi viene bloccato sulla carta un importo (che varia a seconda dell’ hotel e della durata del soggiorno dai 100 ai 300 usd) a garanzia del pagamento di eventuali servizi extra (ad esempio, l’uso del frigobar) o se danneggiate o sporcate la camera (ad esempio, se fumate in camera l’hotel vi farà pagare una multa e le spese per la pulizia). Se non fate spese extra e lasciate la camera nelle condizioni in cui l’avete ottenuta, l’hotel vi sbloccherà l’importo “congelato” qualche giorno dopo il vostro check-out. Se in cinque giorni cambiate cinque hotel potreste trovarvi ad avere 1000 usd bloccati sulla carta che a tutti gli effetti abbassano o addirittura esauriscono il vostro plafond! Quindi, se noleggiate un’auto e alloggerete in molti hotel, a meno che sulla vostra carta di credito non abbiate un’alta disponibilità, un paio di carte con un plafond di almeno 1.500 € ciascuna sono utili: averne due, inoltre, è una garanzia in più di non restare senza soldi nel caso in cui una vi venga rubata o la smarriate o venga temporaneamente bloccata per motivi di sicurezza.

E i contanti servono?

Abbiamo visto come le carte di credito siano fondamentali per alcune operazioni, per via delle garanzie che assicurano. L’uso delle carte è diffuso ovunque negli Stati Uniti, anche se in alcuni casi, ad esempio se desiderate fare acquisti nelle bancarelle degli indiani d’America o vorrete comprare un biglietto del pullman direttamente a bordo, vi servirà denaro contante, che per noi italiani è persino più facile da gestire, in particolare quando dovrete lasciare mance. In alcuni esercizi la carta di credito è utilizzabile sono per importi minimi di 10 $ e a volte pagare in contanti vi costerà meno: in alcuni distributori di benzina, ad esempio, il prezzo cambia a seconda della forma di pagamento. Prima di partire, cambiate quindi comunque un po’ di euro in dollari, per cautelarvi nei pochissimi casi in cui non potrete utilizzare carte di credito o ricaricabili. Ricordate che se portate con voi più di 10.000 $ in contanti dovrete dichiararli all’ingresso negli States.

Questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Per maggiori informazioni clicca sul pulsante "Informativa". Se sei d'accordo clicca sul pulsante "Accetto".